Salta navigazione
MUSEI... SPECIALI, PER TUTTI!
[t] Apri la barra con i tasti di accesso   [x] Nascondi la barra con i tasti di accesso   [1] Contrasto normale   [2] Contrasto elevato   [3] Testo medio   [4] Testo grande   [5] Testo molto grande   [n] Vai alla navigazione principale   [p] Vai al contenuto della pagina   [h] Home page

Contenuto principale

Introduzione

MuseiPerTutti_33.gif Logo delle Linee Guida composto da 3 riquadro ove nel primo, su bandiera d'Europa (campo blu con 12 stelle gialle in cerchio) è posto il logo della disabilità (persona stilizzata in bianco su ruota di carrozzina) - nel secondo riquadro compare logo dei m

Il pieno godimento dei diritti umani e delle libertà fondamentali delle persone con disabilità è il cardine della Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità del 2006, recepita dalla Repubblica Italiana con Legge 3 marzo 2009, n. 18.

Con queste Linee Guida, la Regione Emilia-Romagna intende favorire la realizzazione di questo condiviso obiettivo nello specifico ambito culturale rappresentato dal patrimonio museale regionale.

Un patrimonio che, in un’originale prospettiva culturale, sostenuta dalla stessa Regione Emilia-Romagna sin dalla sua origine con la costituzione dell’Istituto per i Beni Artistici, Culturali e Naturali, non si limita ai beni esposti o immagazzinati nei musei, come pure agli stessi contenitori ed alle attività svolte in essi, ma si coniuga simbioticamente con il territorio che li ha generati ed il tessuto geografico, economico e culturale che li alimenta.

Un patrimonio che, parte di un più vasto sistema scientifico ed educativo, è fonte d’impresa culturale, economica ed occupazionale. Ciò, come per tutti, lo è anche per le persone con disabilità.

Ora, l’impegno che ha determinato l’ideazione e la realizzazione di queste Linee Guida, non intende limitarsi a “pareggiare i conti” tra le opportunità offerte dal sistema museale alle persone con disabilità “certificata” o senza. Non intende estinguersi in una compilazione dei disposti normativi relativi l’accessibilità ai beni, agli spazi delle attività culturali dei musei e di suggerimenti e/o prescrizioni per i loro adempimenti.

Pur ritenendo l’ottemperamento di tali disposti fondamentale, l’impegno sotteso a queste Linee Guida, nello spirito di una progettazione universalistica capace di giusti accomodamenti, è quello di promuovere il godimento del patrimonio museale con soluzioni, sviluppatesi specificatamente per soddisfare bisogni speciali delle persone con disabilità, che determinino una aggiuntiva opportunità di godimento dello stesso per tutti e di particolare maturazione per chi è “privo” di disabilità.

Un impegno a sviluppare e realizzare potenziale creativo, artistico e intellettuale delle persone con disabilità, non solo a proprio vantaggio, ma anche per l’arricchimento dell’includente comunità.

Nel termine disabilità si raccolgono, invero, un’articolatissima, sempre in corso di aggiornamento, compilazione di condizioni che possono essere comprese solo coniugando i limiti derivanti dalle menomazioni patologiche con quelli generati dalla società. Un concetto che, secondo la “Classificazione Internazionale del Funzionamento, della Disabilità e della Salute” (ICF), elaborata nel 2001 dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, ci riporta alla mutevole interazione tra le persone con menomazioni e le barriere, fisiche, economiche e sociali, che impediscono la loro piena, effettiva ed efficace paritaria partecipazione alla società come per tutti i cittadini.

Una sfida da affrontare, non esaurendola nel rilevare detti limiti sulla persona con disabilità ma, oltre rimuoverli, concentrarci sullo sviluppo delle sue capacità, enfatizzandone le potenzialità partecipative e riproposta su modello comprensivo degli aspetti bio-psico-sociali.

Un simile approccio può certamente offrire a tutti un’ulteriore occasione, che ponga in dialogo l’aspetto emozionale con quello esperenziale, per sviluppare il godimento di questo patrimonio di beni, ma anche quale occasione per amplificare la conoscenza di sé.

Collegamenti a Social Networks

Risorse allegate